L’ARBITRATO

I vantaggi del Contenzioso Arbitrale

tempi rapidi

Il grande vantaggio del Tribunale Arbitrale sta nel fatto che i tempi siano gestiti dalle parti all’interno del procedimento.Questo implica che, nella maggior parte dei casi, entro un tempo compreso tra i tre e i sei mesi dalla presentazione dell’istanza al Tribunale Arbitrale, si raggiunge una “sentenza”, più propriamente denominata lodo

TRASPARENZA

I costi sono certi e pre-determinati, le procedure trasparenti, pre-definite dal regolamento arbitrale, e possono essere parzialmente plasmate con un accordo tra le parti per giungere ad una migliore definizione o per venire incontro alle medesime nella risoluzione della disputa.

Il tutto avviene in un clima molto meno formale di quanto non accada in tribunale, senza attese e rinvii estenuanti, e con un grado di riservatezza incomparabile rispetto al procedimento pubblico.

INDIPENDENZA

La presenza delle due anime, e cioè da un lato il mondo dei giudici e dall’altro quello accademico, garantisce, da una parte, la massima indipendenza dei collegi giudicanti e quindi del lodo e, dall’altra, la massima competenza nelle varie materie, tali ché proprio sotto questo secondo aspetto, questa camera arbitrale intende differenziarsi rispetto alle altre, ponendo cioè la massima attenzione alla estrazione e alla formazione dei suoi giudici per fornire sempre il massimo grado di competenza, non solo generale della norma, e delle procedure, ma anche specifica per poter intervenire in modo estremamente competente anche nei giudizi irrituali e secondo equità

“La libertà è condizione ineliminabile della legalità; dove non vi è libertà non può esservi legalità.”

PIERO CALAMANDREI

Le clausole arbitrali

Per essere sottoposti la giudizio del TAILS è  sufficiente inserire in un contratto la clausola  che conferisce, in caso di lite sull’esecuzione o sull’interpretazione del contratto stesso, la competenza a decidere al Tribunale Arbitrale per l’Impresa il Lavoro e lo Sport – TAILS. A seconda delle diverse casistiche potrà essere utilizzata una delle clausole sotto riportate.


Clausola per Arbitro Unico

Tutte le controversie derivanti dal presente contratto (1), comprese quelle relative alla sua validità, interpretazione, esecuzione e risoluzione, saranno devolute ad un arbitro unico, designato dal Consiglio della Camera Arbitrale denominata Tribunale Arbitrale per l’Impresa, il Lavoro e lo Sport di Milano in conformità del Regolamento per Arbitrato di detta Camera Arbitrale, che le parti dichiarano di conoscere ed accettare interamente.
L’arbitro procederà in via rituale (2) e secondo diritto (3).

Clausola per Collegio Arbitrale

Tutte le controversie derivanti dal presente contratto (1), comprese quelle relative alla sua validità, interpretazione, esecuzione e risoluzione, saranno devolute ad un Collegio di tre arbitri (uno dei quali con funzioni di Presidente) designato dal Consiglio della Camera Arbitrale denominata Tribunale Arbitrale per l’Impresa, il Lavoro e lo Sport di Milano in conformità del Regolamento per Arbitrato di detta Camera Arbitrale, che le parti dichiarano di conoscere ed accettare interamente.
Gli arbitri procederanno in via rituale (2) e secondo diritto (3).

Clausola per Presidente di Collegio Arbitrale

Tutte le controversie derivanti dal presente contratto (1), comprese quelle relative alla sua validità, interpretazione, esecuzione e risoluzione, saranno devolute ad un Collegio di tre arbitri, designati uno da ciascuna parte e il Presidente dal Consiglio della Camera Arbitrale denominata Tribunale Arbitrale per l’Impresa, il Lavoro e lo Sport di Milano in conformità del Regolamento per Arbitrato di detta Camera Arbitrale, che le parti dichiarano di conoscere ed accettare interamente.
Gli arbitri procederanno in via rituale (2) e secondo diritto (3).

Clausola per arbitrato fra più parti

Tutte le controversie derivanti dal presente contratto (1), comprese quelle relative alla sua validità, interpretazione, esecuzione e risoluzione, saranno risolte, indipendentemente dal numero delle parti, da un Collegio di tre arbitri (uno dei quali con funzioni di Presidente) designato dal Consiglio della Camera Arbitrale denominata Tribunale Arbitrale per l’Impresa, il Lavoro e lo Sport di Milano in conformità del Regolamento per Arbitrato di detta Camera Arbitrale, che le parti dichiarano di conoscere ed accettare interamente.
Gli arbitri procederanno in via rituale (2) e secondo diritto (3).

Clausola per arbitrati societari

Tutte le controversie aventi ad oggetto rapporti sociali, comprese quelle relative alla validità delle delibere assembleari, promosse da o contro i soci, da o contro la società, da o contro gli amministratori, da o contro i sindaci, da o contro i liquidatori, saranno risolte mediante arbitrato secondo il Regolamento della Camera Arbitrale denominata Tribunale Arbitrale per l’Impresa, il Lavoro e lo Sport di Milano. Il collegio arbitrale sarà composto da un arbitro unico/tre arbitri, nominato/i dalla stessa Camera Arbitrale. L’arbitrato sarà rituale e gli arbitri decideranno secondo diritto.

Compromesso arbitrale (4)

I sottoscritti (5) ….. e ….., premesso che a seguito del contratto in data ….. avente ad oggetto (6) ……… tra loro è insorta controversia in ordine a : ……
Convengono di deferire tale controversia alla decisione di un collegio arbitrale designato dalla Camera Arbitrale denominata Tribunale Arbitrale per l’Impresa, il Lavoro e lo Sport di Milano in conformità del Regolamento per Arbitrato di detta Camera, che le parti dichiarano di conoscere ed accettare interamente.
L’arbitro/gli arbitri procederà/anno in via rituale (2) e secondo diritto (3).

Clausola per Perito

La determinazione della perizia avente il seguente oggetto …… verrà realizzata da un professionista (o da tre professionisti) iscritto(i) all’Ordine dei Dottori Commercialisti (degli Ingegneri, degli Architetti, altro) [oppure aventi le seguenti caratteristiche professionali: ….] designato (i) dal Consiglio della Camera Arbitrale denominata Tribunale Arbitrale per l’Impresa, il Lavoro e lo Sport di Milano (di seguito “Camera Arbitrale”) in conformità del Regolamento per Arbitrato di detta Camera Arbitrale, che le parti dichiarano di conoscere ed accettare interamente.

(1) Qualora la clausola compromissoria sia inserita in un atto separato dal contratto a cui si riferisce, occorre indicare gli estremi del contratto di riferimento.
(2) In alternativa, può essere adottata la “via irrituale” con la precisazione che le parti riconoscono il lodo come manifestazione della loro volontà contrattuale.
(3) In alternativa si può procedere “secondo equità”.
(4) Il compromesso arbitrale è un atto stipulato quando la controversia sia già insorta tra le parti ed in assenza di una preventiva clausola arbitrale.
(5) Indicazione del nome e della residenza delle parti o, se società, della sede.
(6) Indicazione, anche in via generale, dell’oggetto della controversia, eventualmente con riferimento al contratto da cui la stessa prende origine.